6 modi per utilizzare il tuo sito web come strumento di marketing

Gli imprenditori moderni lavorano molto sui social media al fine di aumentare il loro tasso di conversazione dimenticando che il loro stesso sito web ha il potenziale per aumentare l’autorevolezza del brand e attirare l’attenzione di nuovi potenziali clienti.

Per questo motivo abbiamo raccolto alcuni suggerimenti di base su come utilizzare il tuo sito web come strumento di marketing.

Utilizza la SEO per aumentare il tuo posizionamento

Se non hai già iniziato, dovresti davvero fare una ricerca per parole chiave in base ai tuoi obiettivi e verificare il posizionamento del tuo sito.

Questo è un passo molto importante verso la creazione di un’efficace strategia di marketing. Devi capire la tua situazione rispetto ai tuoi concorrenti e formulare un piano per distinguerti e farti notare dal tuo pubblico di destinazione.

Quando le persone cercano i prodotti o i servizi, dovresti essere visibile nelle prime posizioni dei motori di ricerca. Questo è un modo molto efficace per aumentare il traffico e i tuoi profitti.

Le parole chiave long tail (coda lunga) sono le migliori da utilizzare per guadagnare visibilità e visite online, perchè meno competitive e più focalizate sulla reale bisogno dell’utente.

Interagisci con i tuoi visitatori

Successivamente, devi interagire con i visitatori che arrivano sul tuo sito. In questo modo avranno la sensazione di affidabilità che dà priorità ai bisogni dei propri clienti.

Interagire con i visitatori non significa perseguitarli con domande come “come posso aiutarti oggi?” Devi essere attento quando si tratta del loro comportamento di acquisto e fare passi giusti nel caso dovessi sentire la necessità di offrire la tua assistenza o anche di rispondere alle loro domande.

Il tuo sito deve essere responsive

Una cosa che i clienti odiano è un sito web che non è facile da usare: studia, in termini di impresa, siti e-commerce di grandi aziende che lavorano esclusivamente online.

È molto importante che l’esperienza dell’utente sul sito sia efficiente, intuitiva e chiara.

Assicurati che il sito sia ottimizzato per dispositivi mobili poiché la maggior parte delle persone fa acquisti online utilizzando device mobili come smartphoine e tablet.

Tieni aggiornato i tuoi contenuti

Come diceva il buon Bill Gates “Content is King“, ovvero il contenuto è tutto quando si tratta di marketing digitale: è ciò che spinge i nuovi clienti al tuo sito ed è ciò che fa tornare le persone.

Devi creare contenuti pertinenti e continuare ad aggiornarli regolarmente. Pubblicare nuovi contenuti una volta a settimana va bene, ma pubblicare un paio di volte a settimana o anche tutti i giorni è meglio.

Manterrà il tuo brand in primo piano per i tuoi clienti: nuovi contenuti pubblicati regolarmente aiutano a fidelizzare i tuoi clienti.

Valore dell’offerta

Sebbene sia comprensibile che le imprese debbano concentrarsi sui profitti, dovrebbero anche considerare la legge della reciprocità.

Offrire ai clienti un buon rapporto qualità-prezzo può costringerli a restituire il favore (a volte, devi spendere soldi per fare soldi).

Offrendo sconti e omaggi, in particolare ai tuoi clienti abituali, puoi aiutarli e mantenerli clienti abituali.

Offri informazioni

A proposito di valore, tieni presente che offrire semplicemente materiale gratuito non farà la differenza; devi offrire qualcosa di valore ai tuoi clienti. Prendi in considerazione l’idea di regalare una guida, una consulenza, un e-book o un case study.

Le informazioni hanno valore e sono spesso ignorate da molti brand. Puoi personalizzare la tua offerta offrendo ai clienti ciò di cui hanno bisogno in base alla cronologia degli acquisti o al comportamento di acquisto.

Il principale obiettivo quindi è garantire che il tuo sito sia accessibile e abbia ciò di cui le persone hanno bisogno. Devi assicurarti che ciò che hai da offrire sia ricordato dai tuoi clienti.

La SEO è morta nel 2019?

Quando parliamo di Search Engine Optimization (SEO), ci riferiamo al complesso processo di attività che hanno come obiettivo quello di aumentare il volume e la qualità del traffico sul tuo sito web.

Tutti i principali motori di ricerca come Google, Bing e Yahoo! offrono risultati di ricerca primari che classificano i siti web in base alla loro pertinenza rispetto alle parole chiave che un utente cerca.

La SEO si basa sulla creazione di contenuti di qualità che attraverso algoritmi utilizzati da questi motori di ricerca ti permettono di essere posizionato meglio dei tuoi concorrenti.

Di tanto in tanto, si sente dire che la SEO è morta. Le strategie di marketing digitale fanno ancora molto affidamento sulla SEO e ci sono ancora molte agenzie che forniscono servizi SEO professionali.

In effetti, entro il 2020, si stima che le aziende spenderanno oltre 79 miliardi di dollari per l’ottimizzazione dei motori di ricerca.

Coloro che proclamano la SEO è morta si riferiscono in realtà alla sua evoluzione. Le tecniche utilizzate nel 2019 sono molto diverse da quelle che avremmo potuto usare 4 o 5 anni fa.

Le vecchie tecniche SEO

Il motivo per cui molti professionisti del marketing digitale affermano che la SEO è morta è perché ricordano ciò che era nei primi tempi del marketing online.

Gli specialisti in SEO erano soliti concentrarsi sull’avere più testo possibile su una pagina. Questo per garantire che potessero ripetersi maggiormente le parole chiave e fare in modo che il loro sito si posizionasse nei primi posti su Google semplicemente attraverso la quantità di keywords.

In molti casi, il testo non sarebbe nemmeno stato visibile ai visitatori e colorato come lo sfondo attraverso fogli di stile CSS e comandi “hidden”.

Tanti anni fa si usavano questi trucchi e il testo veniva comunque raccolto dagli algoritmi dei motori di ricerca.

Allo stesso modo, le aziende avevano centinaia o migliaia di backlink al loro sito sparsi su Internet.

Google non riusciva a capire che non si trattava di link naturali e continuava a classificare il sito in termini di risultati.

La ripetizione delle parole chiave e lo scambio di link erano le principali strategie di marketing digitale nei primi tempi della SEO .

Come si è evoluta oggi la SEO?

Le notizie sulla morte della SEO provengono principalmente da Google che comprende le tattiche di SEO Black Hat di cui abbiamo parlato.

Non appena Google in primis ha migliorato gli algoritmi e le altre tecniche di monitoraggio per contrastare questi trucchetti da inesperti, improvvisamente i siti non si posizionavano in base alla quantità di parole chiave o al fatto che avessere collegamenti su Internet.

La chiave ora si è spostata, lavorando su contenuti di qualità.

L’obiettivo era garantire un fairplay nel marketing digitale, ma anche aiutare i consumatori a ricevere contenuti più pertinenti quando eseguono una ricerca.

Nel 2015, la ricerca mobile ha superato la ricerca desktop per la prima volta su Google!

Ancora una volta, molti esperti affermavano che la SEO era morta di nuovo perché non erano pronti per i dispositivi mobili. I nuovi algoritmi implementati da Google sono stati creati per concentrarsi sulla migliore esperienza mobile possibile.

Le web agency sono state costrette a pensare all’esperienza dell’utente, alle parole chiave e ai contenuti di qualità.

SEO nel 2020 e oltre

Nel 2018, gli algoritmi di Google hanno definito prioritario il Mobile First Index e i siti web in tecnologia responsive hanno iniziato a essere premiati con un posizionamento migliore.

Questo era solo l’inizio delle successive modifiche poiché l’introduzione dell’intelligenza artificiale (AI) ha continuato a cambiare le regole del gioco ancora di più. Google RankBrain è un programma di intelligenza artificiale che elabora le query di ricerca di Google.

Tuttavia, oltre alle parole chiave e alla reattività, questo algoritmo rivede l’interazione umana con i siti web e li classifica in base alla qualità prevista.

Google RankBrain controllerà le percentuali di clic, le frequenze di rimbalzo e il tempo che gli utenti trascorrono sulle pagine.

L’algoritmo fornisce un punto di riferimento migliore della qualità di un sito web rispetto a parole chiave o backlink ripetitivi. Quando un sito web fornisce continuamente risposte pertinenti, può posizionarsi al di sopra dei suoi concorrenti.

Il SEO non è morto (ancora) ma la tua attenzione deve cambiare

Mentre la SEO è ancora forte, deve cambiare la strategia di marketing digitale per il successo.

  1. Concentrati sulla percentuale di clic piuttosto che ossessionarti dall’essere classificato al primo posto. Con l’importanza della pubblicità a pagamento, gli utenti dei motori di ricerca sono più felici di cercare contenuti di qualità. Questo deriva dall’avere contenuti interessanti e non necessariamente tanti
  2. Avere un primo obiettivo mobile per garantire velocità e reattività per i visitatori
  3. Non ripetere semplicemente le parole chiave continuamente nei tuoi contenuti. Ottimizza i contenuti per leggibilità e utilità per i tuoi potenziali clienti.
  4. Qualità più che quantità. Non solo pubblicare post su blog e link. Assicurati che siano ben studiati e istruttivi per attirare il tuo pubblico
  5. L’esperienza dell’utente è la chiave del successo

Senza dubbio, la SEO continuerà ad evolversi man mano che il mondo del marketing digitale cresce e cambia. È importante continuare a rivedere le strategie e assicurarsi che si adattino al consumatore moderno.

9 modi migliori per migliorare il posizionamento SEO

Se la tua azienda ha un sito web, potresti fare affidamento sul traffico online per la tua attività. Ma se il tuo sito non è ottimizzato SEO, potresti non ricevere il traffico desiderato e quello potenziale.

Se non sei sicuro di quali attività vanno svolte quando si tratta di ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO), non sei solo: molte persone associano l’ottimizzazione dei motori di ricerca solo alle  parole chiave, ma non è così che funziona oggi.

Essere un bravo SEO è molto più che usare le parole chiave giuste.

Se non sei soddisfatto del tuo posizionamento SEO, in questo articolo ti consigliamo 9 semplici suggerimenti da seguire per migliorare il SEO per la tua attività online.

Aumentare la velocità di caricamento delle pagine

La velocità di caricamento del tuo sito è lenta? Tempi lunghi di caricamento influiscono negativamente sul posizionamento del tuo sito web su Google.

Questa lentezza ha anche un’altro aspetto negativo: la maggior parte degli utenti preme il pulsante “Indietro” se il caricamento delle pagine impiega troppo tempo a influire sulla frequenza di rimbalzo.

Le velocità medie di caricamento variano in base al settore e alla posizione del server, ma è necessario puntare a una velocità di carico di tre secondi o inferiore.

Un modo per ridurre il ritardo è ridurre al minimo le richieste HTTP. Puoi controllare il numero di richieste fatte dal tuo sito e quindi rimuoverle o combinarne insieme alcune.

Per chi utilizza WordPress, esistono ottimi plugin in grado di fare questo.

Ottimizza le tue immagini

Un altro modo per aumentare la velocità di caricamento e aumentare la SEO è ottimizzare le tue immagini.

Il formato del file (jpg, png, svg) e le dimensioni dell’immagine contano perché immagini enormi rallentano il tuo sito web. Se hai immagini di grandi dimensioni o più immagini sulla stess pagina, considera di ridimensionarle e ridurre il peso del file.

Sapevi che puoi usare le parole chiave con le tue immagini per un SEO ancora migliore? È possibile includere parole chiave nel nome, nella descrizione e nella didascalia del file immagine.

Pubblica contenuti unici e pertinenti

Se ti è mai stato chiesto come migliorare la SEO, probabilmente hai sentito parlare dell’importanza di contenuti unici e utili.

Le persone trascorrono più tempo sul tuo sito web se trovano informazioni utili alle loro esigenze di ricerca. Questo tipo di contenuti hanno maggiori probabilità di posizionarsi meglio sui risultati di ricerca e sicuramente anche gli utenti stessi torneranno sul tuo sito perchè più autorevole.

Più un utente trascorre sul tuo sito, maggiore è il tempo di permanenza. Puoi incoraggiare gli utenti a trascorrere più tempo sul tuo sito scrivendo e pubblicando articoli più lunghi.

Esistono diversi modi per incoraggiare gli utenti a rimanere più a lungo, compresa la produzione di contenuti e video di lunga durata.

Questi tendono ad essere articoli informativi di almeno 2.000 parole. I contenuti lunghi offrono inoltre maggiori opportunità di aumentare la SEO con parole chiave.

Assicurati di pubblicare su cadenza regolare in modo che i motori di ricerca come Google sappiano che il tuo sito è vivo.

Utilizzare i tag di intestazione per dividere il contenuto

Un altro fattore che può influenzare la frequenza di rimbalzo e danneggiare la tua posizione è il blocco del testo. Quando un utente arriva sulla tua pagina, si aspettano che le informazioni vengano presentate in modo chiaro e conciso.

Dividi grandi parti di testo con tag di intestazione. Questo non solo migliora la leggibilità, ma è un’altra possibilità di vedere il miglioramento SEO aggiungendo parole chiave. In effetti, i motori di ricerca cercano parole chiave pertinenti nei tag di intestazione.

Correlati: Che cos’è la manutenzione di WordPress e perché è importante?

Usare collegamenti in uscita di qualità

Se si desidera avere autorevolezza in rete, devi utilizzare link in uscita a fonti autorevoli. Questo rende un lettore più propenso a credere alle tue informazioni e aumenta la pertinenza del tuo sito web.

Puoi applicare questo suggerimento ai tuoi vecchi post e ai tuoi nuovi contenuti. Se hai post di blog vecchi che non sono SEO friendly, torna a lavorare di nuovo su questi e ottimizzare vecchi articoli aggiungendo link in uscita.

Attenzione però a non usare link in uscita in abbondanza che possono diventare fonte di distrazione per i tuoi visitatori. Attenersi ad alcuni collegamenti di qualità che migliorano il tuo articolo.

Trova e correggi collegamenti interrotti

Se hai collegamenti interrotti, ciò influisce sull’esperienza utente e ti fa anche sembrare poco affidabile. Assicurati che il tuo sito sia facile da usare controllando i tuoi collegamenti per assicurarti che tutti siano attivi.

A volte, i collegamenti a siti autorevoli si possono interrompere perchè vengono cambiare le URL, questo influisce ancora di più sul tuo posizionamento SEO.

Se hai centinaia di post sul blog, potrebbe non essere possibile controllare ogni link. In questo caso, potresti usare un software gratuito come Screaming Frog SEO Spider per controllare tutto il sito

Puoi anche eseguire un controllo su altri siti web nel tuo settore. Se trovi collegamenti interrotti, invia a loro un messaggio e suggerisci un collegamento al tuo contenuto per risolverlo.

Diversifica i tuoi contenuti multimediali

Gli articoli del blog quando sono solo di testo possono diventare noiosi, quindi perché non alternare con altre forme di media? Le immagini vanno bene, ma puoi anche fornire contenuti di qualità e condivisibili con i video.

Un servizio di video marketing per la tua attività ti consente di fornire informazioni in modo fresco e personalizzato. Le informazioni in un formato video sono facili da recepire e molti utenti preferiscono i contenuti basati su video.

I siti web con diverse forme multimediali tendono ad avere un posizionamento più elevato perché il contenuto è interattivo e facile da condividere. Puoi anche ottimizzare il tuo video per il SEO come puoi fare con immagini e testo.

Rendi il tuo sito mobile friendly

Secondo un rapporto di Wolfgang Digital, il 53% del traffico proviene da dispositivi mobili. Con oltre la metà delle persone che utilizzano dispositivi mobili, il tuo sito web deve essere ottimizzato per i dispositivi mobili (responsive).

Google penalizza i siti che non dispongono di un sito ottimizzato per dispositivi mobili con un ranking inferiore. Se il tuo sito non ha un bell’aspetto su smartphone e tablet, questo influisce sull’esperienza dell’utente.

Se vuoi testare il tuo sito web per le prestazioni mobili, vai su questo sito: https://search.google.com/test/mobile-friendly

Creare una pagina di contatto

Rendere le informazioni di contatto chiare e facili da trovare è un modo sicuro per aumentare la fiducia dei consumatori. Se i tuoi clienti hanno una domanda ma non riescono a trovare un modo per contattarti, saranno frustrati e probabilmente andranno dai tuoi comcorrenti.

Non solo potresti perdere clienti, ma soffre anche il tuo ranking SEO Local. I siti che hanno informazioni di contatto chiare e sufficienti tendono a posizionarsi più in alto rispetto ai siti che non lo fanno.

Includere una pagina di contatto è facile e offre ai clienti un metodo per contattarti. Inoltre, le informazioni di contatto sono un ottimo modo per aumentare i tuoi contatti e migliorare l’esperienza del servizio clienti.

Usa questi suggerimenti per migliorare la SEO e aumentare il traffico

Mantenere il passo con il SEO è un lavoro impegnativo e difficile, ma è necessario mantenere bene il tuo sito in classifica. Più migliorerai la SEO sul tuo sito, più alto sarà il tuo posizionamento. Questo porta più traffico e più affari alla tua azienda.

Gestire la SEO del tuo sito web ti sembra impossibile? Contattaci per una consulenza gratuita.

Come disabilitare Gutenberg in WordPress 5.0

WORDPRESS 5.0 ARRIVERÀ PRESTO E CON ESSO UN NUOVO EDITOR “BLOCK” CHE SOSTITUISCE IL PRECEDENTE EDITOR PREDEFINITO

Quindi questo è probabilmente uno degli argomenti più discussi nella recente storia di WordPress. L’introduzione del nuovo editor di WordPress Block (o dell’editor di Gutenberg come precedentemente chiamato).

Alcuni lo adorano, altri lo odiano (e a giudicare dall’abissale valutazione a 2,5 stelle del plug-in, il gruppo più recente è attualmente probabilmente il più grande), ma non importa se ti piace o non ti piace, ti influenzerà se utilizzi WordPress in un modo o nell’altro.

Ecco come influenza i nostri utenti di Enfold, gli utenti dei nostri altri temi e anche come ci influenza :)

1) Utenti Enfold

Con l’ultima versione di Enfold alla versione 4.5.1 abbiamo cercato di incorporare il nuovo editor nello stesso modo in cui era stato precedentemente utilizzato. Il che significa che quando crei o modifichi una pagina o un post hai la possibilità di utilizzare l’editor di blocchi di WordPress oppure puoi passare ad Enfolds molto proprio con Advanced Layout Builder. Il builder di Layout si comporta fondamentalmente come sempre :)

Sebbene con l’introduzione di un backend non ricaricabile alcune funzioni sono sicuramente più utili ora, come la funzionalità di annullamento / ripristino :)

Oltre a questo: durante la scrittura e la modifica di pagine e post di builder non template è necessario imparare a lavorare con il nuovo Editor blocchi. Se non vuoi farlo, c’è un plugin che disabilita il nuovo editor di blocchi e attiva il vecchio editor classico.

Per riassumere: Come utente di Enfold, sarà necessario eseguire l’aggiornamento a Enfold versione 4.5.1 o installare il plug-in di disattivazione di Block Editor, se si desidera eseguire WordPress 5.0. Altrimenti non avrai un accesso adeguato al costruttore di layout di Enfolds.

2.) Altri temi (Replete, Abundance, Choices etc)

Davanti a questi temi dovrai fare una scelta. Usano tutti un vecchio costruttore di template che non è molto flessibile e, a parte il builder di Enfolds Layout, probabilmente è anche inferiore al nuovo Block Editor. Quindi puoi utilizzare l’Editor blocchi e non utilizzare più il vecchio generatore di layout o installare il plugin ” Disattiva Gutenberg ” e utilizzare quello vecchio, insieme al nostro vecchio generatore di modelli.

A parte questo: abbiamo usato la nuova versione di WordPress per dare un’occhiata più da vicino a questi temi e cosa vogliamo fare con loro. Siamo purtroppo giunti alla conclusione che non è più fattibile mantenerli a questo punto.

La ragione di ciò è fondamentalmente il modello di vendita scelto da Themeforest. Invece della necessità per gli utenti di ri-licenziare il tema ogni anno per nuovi aggiornamenti (cosa abbastanza comune nella comunità di WordPress) hanno deciso di provare a generare entrate ricorrenti vendendo “add-on di supporto”. Tuttavia, questi non sono mai sufficienti per coprire i costi di sviluppo di un tema che non è più in voga. E dal momento che tutti i nostri altri temi sono ora 7 anni o più sul mercato, sono piuttosto vecchi in termini di internet;)

Quindi, negli ultimi anni, Enfold ha sostanzialmente coperto i costi di aggiornamento per questi temi. Pensiamo che sia ora di deprecarli ora, purché funzionino ancora e cerchino di incoraggiare gli utenti esistenti a passare a un altro tema di scelta (preferibilmente Enfold, naturalmente;))

Continueremo a supportare i nostri temi precedenti nei forum di supporto per i mesi a venire, ma non ci saranno nuove versioni o aggiornamenti su Themeforest. Di fatto, entro le prossime 1-2 settimane li rimuoveremo completamente dalla Themeforest. Quindi se stai utilizzando uno di questi temi e non vuoi prendere l’ultima versione, per favore fallo ora :)

Se hai acquistato uno di questi temi negli ultimi 6 mesi e non vuoi utilizzarlo a causa di questo, non esitare a richiedere un rimborso su Themeforest. Lo garantiremo, senza fare domande :)

Inoltre, se vuoi mantenerli in esecuzione sul tuo sito, ci sono molti sviluppatori di terze parti in grado di aiutarti con tutti i tipi di problemi e miglioramenti. Quindi se hai bisogno di aiuto che va oltre lo scopo di ciò che il nostro supporto può fare, saremo lieti di collegarti :)

3.) Cosa significa per Kriesi

Quindi, dal momento che stiamo rimuovendo tutti i vecchi temi da Themeforest e manteniamo Enfold, diventeremo un’azienda “a un solo prodotto”. Questo dovrebbe liberare un po ‘di tempo di sviluppo (e in un futuro anche di supporto) che la nostra base di clienti di Enfold probabilmente apprezza :)

Abbiamo alcuni notevoli miglioramenti pianificati per il nostro Advanced Template Builder, ma per il prossimo futuro il nostro editor e il WordPress L’editor di blocchi non si fonderà in alcun modo significativo. Quindi, se ti piace lavorare con Enfold, puoi essere certo che rimarrà così :)

Come sempre, se trovi qualche problema con l’ultima versione sentiti libero di aprire una discussione nel nostro forum di supporto in modo che possiamo provare a risolverlo per te e gli altri il prima possibile :)

Strategie di web marketing: come far rimanere il cliente sul vostro sito

Chi naviga, si sa, lo fa velocemente e se non trova ciò che cerca va oltre.

Catturare l’attenzione del visitatore diventa così l’obiettivo di tutti coloro che hanno un sito. Ma come si fa a costruire un sito web che non faccia scappare chi lo visita?

Homepage: la pagina più importante

Più è ricca di link di approfondimento e contenuti persuasivi maggiori saranno le possibilità di far rimanere chi si è collegato al vostro sito. Il segreto è sempre quello di calarsi nei panni di colui che si vuole coinvolgere.

Cosa gli piacerebbe trovare? Quali sono le informazioni che sta cercando? Se vi ponete queste domande siete già sulla buona strada. Ma non basta.

Il valore di una homepage è determinato anche dall’equilibrio e capacità di comunicare. Scelta dei contenuti, testi e grafica devono essere costruiti tenendo presente cosa si vuole comunicare. Perciò evitate gli effetti fini a se stessi, pagine pesanti, gif animate dozzinali, link banali tipo Virgilio, disordine negli argomenti.

Nella vostra homepage dovete cercare in tutti i modi di non parlare solo di voi stessi. Prendete spunto dai motori di ricerca. Perché hanno avuto tanto successo? Perché danno la possibilità di individuare informazioni su Internet.

Ebbene nel vostro piccolo e soprattutto nel vostro settore cercate di emularli inserendo link di un certo valore e a tema. Abbondate con le informazioni per non rischiare di perdere chi si è collegato al vostro sito e farlo cercare altrove, magari sul sito di un vostro concorrente.

Link e pagine interne

Devono avere un’impostazione grafica (colori, testi, immagini) simile alla homepage per non disorientare chi le visita.

Evitate testi lunghi che nessuno legge ma non commettete l’errore opposto: pagine con sole immagini prive di informazioni e alcune volte, per giunta, senza didascalia.

Le pagine interne devono essere costruite con l’obiettivo di far continuare la navigazione e non di essere il capolinea del sito.

Qui ci vuole abilità nel creare ulteriori approfondimenti con link interni al sito ma anche esterni che suscitino curiosità ed interesse.

Le basi per mettere a punto una strategia di web marketing

Servizi e interattività sono le basi per sviluppare strategie di marketing in rete finalizzate a raggiungere e coinvolgere potenziali clienti (il cosiddetto web marketing).

Purtroppo nella maggior parte dei casi le aziende limitano l’interattività del loro sito alla e-mail. Il guaio è che una e-mail piazzata nella barra di navigazione non sollecita nessuno a scrivere.

Per sollecitare è necessario che una e-mail venga inserita in un contesto nel quale chi naviga abbia interesse ad inviarvela.

Ogni prodotto o servizio ha sempre qualche caratteristica che può generare curiosità. Posizionare una e-mail in una zona strategica della pagina significa avere una redemption 10 volte superiore a quella posizionata nella barra di navigazione

Certamente non esiste solo la richiesta di informazioni sul prodotto o servizio per avere un feedback con il visitatore. E’ necessario trovare forme avanzate di marketing per farci lasciare la sua email. Solo con quella avremo la quasi certezza di farlo ritornare nel sito e probabilità di conquistarlo come cliente.

Una delle migliori attuali è il re-marketing.

Molti usano la newsletter che consiste in brevi informazioni inviate per e mail su aggiornamenti del sito o link di interesse riguardanti uno specifico settore.

Ma non esiste solo questo mezzo. Segnalazioni di novità, iniziative speciali, forum, chat, creazione di comunità, giochi a premi sono solo alcuni esempi che hanno una validità se ben studiati in relazione alla propria attività.

Anche la quantità e qualità dei servizi che siete in grado di offrire attraverso il vostro sito Internet costituisce un valido sistema per trattenere il visitatore.

Qui si intende non tanto il supporto generico o quei servizi che ogni vostro concorrente è in grado di offrire ma quel qualcosa in più che spesso è frutto di fantasia, spiegazioni supplementari, plus che variano da settore a settore.

Soprattutto fate in modo che i servizi da voi offerti siano effettivi e non si trasformino invece in disservizi.

Molti numeri verdi esistenti solo sulla carta insegnano. Se volete avere suggerimenti per coinvolgere maggiormente chi visita il vostro sito inviateci una e-mail.

Come creare un link per scrivere recensioni su Google My Business

In questo breve articolo ti spiego come creare un collegamento (link) attarverso il quale i tuoi clienti possono lasciare una recensione sulla tua attività su Google My Business.

In questo modo potrai condividere questo collegamento con i tuoi clienti e incentivarli a scrivere recensioni e valutare la tua attività sulla Local Map di Google.

Per creare il collegamento, dovrai ottenere l’ID del luogo della tua attività, procedendo nel seguente modo:

  1. Accedi a PlaceID Lookup Tool;
  2. Inserisci il nome della tua attività nel campo “Enter a location” (Inserisci una sede) nella parte superiore della mappa;
  3. Fai clic sul nome dell’attività nell’elenco visualizzato;
  4. L’ID del luogo comparirà sulla mappa, sotto il nome della tua attività.

Aggiungi l’ID del luogo al seguente URL per creare il link:

https://search.google.com/local/writereview?placeid=place_id

In base al precedente esempio, l’URL con l’ID del luogo aggiunto sarà il seguente:

https://search.google.com/local/writereview?placeid=ChIJj61dQgK6j4AR4GeTYWZsKWw

 

SEO vs PPC: chi fornisce il miglior risultato?

Le aziende di tutte le dimensioni si stanno rendendo conto dell’importanza del marketing online, in particolare attraverso i motori di ricerca.

Al giorno d’oggi, gli utenti hanno più probabilità di finire sul vostro sito web tramite un motore di ricerca che andare direttamente su quest’ultimo se non molto conosciuto.

Secondo Jupiter Research, una società Forrester Research, afferma che l’81% degli utenti trovano quello che cercano attraverso un motore di ricerca.

Questa ricerca mette in chiaro come sia fondamentale per la vostra azienda avere una forte presenza nei motori di ricerca, proponendo servizi e prodotti al tuo potenziale target di riferimento. Read more

Il primo indice di Google sarà quello Mobile!

Alcuni giorni fa, è stato lo stesso analista di Big G – Gary Illyes – ad annunciare la rivoluzione, durante una conferenza: Google ha deciso di cambiare il modo in cui gestisce le ricerche sul web, con il risultato che il suo motore indicizzerà in maniera separata tutte quelle pagine che sono state realizzate in un’ottica mobile friendly, compiendo un passo avanti in questa strategia. Read more

5 ragioni per cui è importante effettuare gli aggiornamenti del tuo WordPress

Avrai probabilmente notato che ricevi regolarmente richieste di aggiornamento dal tuo WordPress (Content Management System).

Ma ti sei mai chiesto cosa sono e se ne hai effettivamente bisogno?

Senza entrare nel dettaglio dei diversi tipi di aggiornamenti (aggiornamenti di sicurezza vs. aggiornamenti funzionali), ti diamo 5 valide ragioni per cui dovresti mantenere aggiornato il tuo WordPress. Read more

Aumentare la tua visibilità sui motori di ricerca

UNICA è un’ agenzia web specializzata nella promozione di siti web sui motori di ricerca (Search Engine Marketing).

La nostra esperienza e l’innata passione per il web ci permette di creare vere e proprie strategie di marketing online per ottenere attraverso un lavoro qualificato e duraturo nel tempo una visibilità in prima pagina dei risultati delle ricerche di Google, in sintesi posizionare il vostro sito web nelle prime 10 posizioni dei principali motori di ricerca più famosi al mondo (Google, Yahoo!, Bing) questo per ottenere visite qualificate e generare clienti.

La nostra esperienza in oltre 12 anni di web marketing è a disposizione per chiunque voglia creare reddito attraverso il proprio sito. Vi proponiamo la nostra consulenza per dare la visibilità al vostro sito internet, partendo da un’analisi accurata del vostro settore, studiando i vostri concorrenti, e impostando una strategia vincente di web marketing per il vostro sito web. Read more